Arduino adventures, ep.1

2013-04-19 01.17.38

Alla fine ho ceduto e mi sono comprato il tanto desiderato Arduino. Senza sapere praticamente niente del mondo contro cui stavo andando ad impattare, ho optato per lo starter kit superbase da circa 100€: nella confezione, oltre alla scheda modello UNO, una miriade di pezzetti di componentistica, una breadboard per bypassare le saldature, un manuale introduttivo piuttosto ricco (ma in inglese), un minimotorino elettrico per i progetti più avanzati e addirittura una tavoletta di legno su cui montare tutto in puro stile bricolage.
Al primo impatto tutto mi è sembrato piuttosto semplice, anche se già al momento di capire quale resistenza facesse al caso mio tra le decine disponibili sono emersi i primi rallentamenti. Ad ogni modo, il primo dei tutorial base è già scivolato via, creando il mio primo circuito con interruttore… Quale occasione migliore per ricordare la data e dare un senso a questo cassonetto digitale?

condividi questo articolo
Share on Google+
Google+
Share on Reddit
Reddit
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

About funkoolow

Il sottoscritto nasce nel '77, dall'altra parte del mondo. Dopo un utilissima laurea in filosofia con tesi sul diritto d'autore in epoca digitale, partorita grazie al supporto di un docente d'italianistica particolarmente illuminato, finisce a lavorare come grafico, programmatore e stampatore clandestino in una piccola azienda di paese, oltre a figurare come collaboratore di LUG locale e pseudo fondatore di una webradio già naufragata. Il suo vero obiettivo finale resta rompersi talmente tanto le palle di tutto il casino che gli si è creato intorno da essere costretto a tornare nei natii loci e ricominciare faticosamente tutto da capo - e fortunatamente sembra che in questo senso, i tempi stiano subendo una drammatica accelerazione.