Ristorante TG1

Ebbene, pare proprio che sulla superficie del nauseabondo e sconfinato marmarrone italidiota, da qualche tempo riaffiori sempre più spesso, ieri lì oggi qua, un mastodontico conglomerato di materia anfibia travestito da giornalista.

Confesso che, per chi come me da anni si destreggia tra questi marroni flutti speranzoso che il peggio sia passato, la sensazione è del tutto simile a quella di vedersi servita l’ennesima portata rettalmente insaporita: fortuna che per dessert trovo sempre qualcosa per lavare via il saporaccio, seppur temporaneamente.

«Nel ’91, pubblicando i suoi interventi televisivi nel libro Radio Londra, Leonardo editore, scrisse testualmente che “la deontologia professionale è l’ultimo rifugio delle canaglie”»

Per chi volesse gustarsi il resto: Ferrara, Craxi e i 6miliardi da Silvio

condividi questo articolo
Share on Google+
Google+
Share on Reddit
Reddit
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Tags: ,

About funkoolow

Il sottoscritto nasce nel '77, dall'altra parte del mondo. Dopo un utilissima laurea in filosofia con tesi sul diritto d'autore in epoca digitale, partorita grazie al supporto di un docente d'italianistica particolarmente illuminato, finisce a lavorare come grafico, programmatore e stampatore clandestino in una piccola azienda di paese, oltre a figurare come collaboratore di LUG locale e pseudo fondatore di una webradio già naufragata. Il suo vero obiettivo finale resta rompersi talmente tanto le palle di tutto il casino che gli si è creato intorno da essere costretto a tornare nei natii loci e ricominciare faticosamente tutto da capo - e fortunatamente sembra che in questo senso, i tempi stiano subendo una drammatica accelerazione.